giovedì 31 gennaio 2013

SONO UN PO' DISTRATTA...

...ma come al solito basta niente perchè io non riesca più a stare dietro a tutto ed il primo a rimetterci è sempre il blog, forse perchè è quello che richiede più tempo.
All'inizio di questo mese mia figlia è arrivata a casa dicendomi che il 31 sarebbe partita per Dublino. Vero che alla riunione di classe avevano parlato di questo progetto, diverse volte è venuta a casa parlando di questo viaggio ma avrebbe dovuto partire a fine febbraio, non fine gennaio. Il cambiamento non è indifferente dal punto di vista economico: la dilazione del pagamento della quota è stata di 15 giorni: prima parte 10 gennaio, seconda parte 20 gennaio. Per questo motivo diversi ragazzi non sono potuti partire, per questo la mia economia domestica ha avuto un piccolo collasso: € 650 spesi in più e non previsti sono stati un discreto stress, diverso sarebbe stato 300 gennaio e 300 febbraio.
In più lei parte e io vado in crisi: non glielo faccio pesare ma "se stesse brava brava chiusa in camera sua per tutta la vita, lì bella al sicuro, io sarei un bel po' più tranquilla!" Vabbè, esagero, però, in fondo....
E' già partita diverse volte e sono sopravvissuta ma questo non toglie lo stress! 
E poi prepara tutto, naturalmente all'ultimo secondo: ci hanno dato le misure della valigia ieri e lei parte domattina, ritrovo a scuola alle 7,00, quindi tanto tempo per prepararsi.
Insomma alla fine si fa tutto: la valigia è pronta, i documenti sono in ordine, i soldi a posto (sì perchè ci vogliono anche i contanti, non si paga solo il viaggio...) e domani via in volo a Dublino: 
spero si diverta, stia bene e ci sia poca neve!!!!!
Un sorriso

venerdì 25 gennaio 2013

PERSICO IN SALSA VERDE

Ancora una volta una ricetta rubata dal web, ma questa volta mi sono segnata la fonte e quindi posso rimandarvi alla vera autrice. Qualcuno mi ha chiesto se non conosco ricette mie, ma il problema è che mi piace sperimentare cose nuove, mi annoio facilmente in cucina, quindi vado spesso a cercare qua e là cose diverse da fare, almeno una volta alla settimana.
Quindi rubata a Mary del blog MaryGi ecco a voi una ricetta velocissima
davvero buona!!!
Come al solito vi trascrivo la ricetta: io l'ho rifatta testualmente aumentando solo le dosi per adeguarle al capiente stomaco di mio marito ed ha dato ottimi risultati.

INGREDIENTI:
400 gr. filetto di persico, 1 cucchiaio di pinoli, 3 rondelle di porro, mezza zucchina piccola, 3/4 cucchiai di olio
PREPARAZIONE:
Tagliate i filetti in dadi grossi che non si disfino durante la cottura. Passate con il frullatore i pinoli, la zucchina e il porro con l'olio, come per la preparazione del pesto. lasciate un po' grossolano. Mettete in un tegame i dadi di pesce con sopra il pesto, coprite con un coperchio e cuocete 10 minuti da un lato ed altri 10 dopo aver girato i cubetti.

Se volete approfondire chiedete a Mary, è sempre gentile e disponibile, ma anche così, semplice e veloce è buonissima!!!
Un sorriso

martedì 22 gennaio 2013

BLUE - BENT CREEK

Ecco un altro sal che dovevo finire l'anno scorso ed era rimasto in sospeso per colpa dei regali di Natale.
I primi giorni di quest'anno sono riuscita a finirlo e poi era rimasto da stirare.
E mi piace anche tanto... ma iniziarlo pochi giorni prima di natale non è stata una buona idea!
Però finalmente ci sono riuscita, ora devo solo avvisare Marina del blog Crocilandia e farle vedere il mio lavoro!!!
Un sorriso

domenica 20 gennaio 2013

TORTA DI RICOTTA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Si sta ancora raffreddando, non so dirvi se è buona perchè è la prima volta che la preparo però devo dire che l'aspetto gioca molto a favore...
Ora vi do la ricetta così come l'ho trovata sul web e fatta, poi, magari più tardi, vi dirò anche se è davvero come sembra.
Ingredienti:
300 gr. di farina, 300 gr. di ricotta, 3 uova, 225 gr. di zucchero, 125 gr. burro, 1 bustina di lievito in polvere, 1 bustina di vanillina, 125 gr. di gocce di cioccolato.
Preparazione:
Passare la ricotta in un setaccio a maglio sottile. Lavorare la ricotta con lo zucchero e la vanillina, fino ad ottenere una crema liscia. Incorporare alla crema di ricotta le uova, una alla volta, ed unire il burro fuso. Aggiungere al composto la farina setacciata e il lievito. Mescolare bene ed incorporare le gocce di cioccolato. Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti.
Io ho la planetaria, quindi con la frusta ho davvero ottenuto una crema morbida di ricotta, ma è davvero semplice da preparare. 
Per il gusto... vado ad assaggiare!!!!!
Un sorriso
P.S.: Assaggiata!!! E' buonissima!!! Devo dire che ci vuole qualcosa in mezzo, rema o simile, perchè così è molto "asciutta", ma ho del mascarpone in frigo, quasi quasi...
Un altro sorriso

lunedì 14 gennaio 2013

SAL

Avevo detto fra me e me che per quest'anno avrei limitato i sal, per cercare di realizzare diversi lavori che medito da un po' ma mai fatti per mancanza di tempo, invece...
come al solito non ho saputo resistere...
tantissime proposte e non ho potuto dire di no a tutto quindi per ora mi sono iscritta a
Sal Angelo custode, organizzato da Zaira del blog Il mondo di Za
Sal Christmas Snowman banner e
Sal 4 stagioni per cui ricamo lo schema Live within your harvest di JJ
entrambi organizzati da Barbara del blog 4 Seasons
Ultimo, ma solo in ordine di iscrizione,
Sal Trousse della ricamatrice, organizzato da Claudia del blog My creations room
In più Zaira ci ha proposto un piccolo schema da ricamo in questo mese in attesa di iniziare lo schema di Parolin.
Insomma sarà meglio che vada a ricamare, anche quest'anno mi sono fatta prendere... che bello!!!!
Un sorriso

mercoledì 9 gennaio 2013

VELLUTATA DI FUNGHI

Questa non è una vera ricetta, semplicemente perché non ho delle vere dosi da dare.
Le verdure cotte a pezzettoni hanno una consistenza che non è per me, non riesco proprio a mangiare il minestrone, ma in compenso adoro le vellutate, là dove la verdura perde la sua consistenza e diventa "morbida". Ho cominciato con la vellutata di zucchine, proposta da un'amica e spesso rifatta in famiglia, per poi andare avanti con mille varianti... buonissima quella di peperoni!
Ma l'ultima che mi sono "inventata" è fatta con i funghi: in un tentativo di pulizia del freezer ho trovato un mezzo sacchetto di fughi abbandonato e quindi, dopo breve meditazione, ho deciso di tentare appunto la vellutata. Per questo non ho vere dosi per prepararla.
In pratica ho messo un po' di cipolla in pentola con un filo di olio e lo stufata appena un poco, poi ho aggiunto i funghi. In base alla quantità di funghi ha aggiunto un patata tagliata a pezzetti. Un bicchiere di acqua ed ho cotto tutto a lungo aggiungendo un po' di dado, tutto a occhio. Quindi frullatore ad immersione e via. Di solito non aggiungo panna se non strettamente indispensabile, solo se troppo acquoso quando ho finito di frullare, ed anche in questo caso non ne ho avuto bisogno.
Premesso che l'ho preparata per me a pranzo, quando sono sola, il colore lascia molto a desiderare, i funghi misti danno una tonalità di marrone un po' sospetta, ma dopo il primo assaggio me la sono divorata, è buonissima! Poi l'ho fatta assaggiare anche al marito ma l'avevo già mangiata tutta io....


lunedì 7 gennaio 2013

COPRI-MACCHINA DA CUCIRE

Altro lavoro molto veloce fatto su richiesta:
mia cognata ha la macchina da cucire che usa molto poco, quindi è spesso ferma sul mobile a prendere polvere e mi ha chiesto di prepararle un copri-macchina per sostituire il suo tutto rotto.
L'ho fatto il feltro rigido di modo che stesse ben in forma.
Ecco quindi il mio capolavoro, in realtà molto semplice anche nelle cuciture, perchè il feltro non sfilaccia



Una tasca tagliata in due sul davanti e il "coperchio" in feltro diverso, più sottile, che lei potrà scegliere di tagliare per fare uscire il manico, se vorrà spostarla da coperta.
Un sorriso

sabato 5 gennaio 2013

LA BEFANA VIEN DI NOTTE...

E allora....

BUONA BEFANA A TUTTI!!!!!!

un sorriso

giovedì 3 gennaio 2013

IL POLPETTONE DI ELENA

Ed infatti continua la serie delle ricette che ho copiato dal blog A pancia piena di Elena.
Questa volta si tratta di un polpettone, ma un polpettone un po' speciale perchè non sembra un polpettone.
Ok, passiamo subito all'immagine perchè renderà benissimo l'idea:

Mia figlia quando ha visto la teglia mi ha chiesto se era una pizza e ho quasi risposto di sì, l'unica differenza è che la base è di carne. Io avevo già preparato qualcosa di simile: sempre l'impasto del polpettone steso sulla teglia ma il condimento era senza pomodoro, solo olive tagliate a rondelle, pomodorini e un poco di mozzarella, davvero molto buono anche quello.
Ma torniamo a questo polpettone: impasto della carne come per un polpettone disteso sulla teglia da forno e pomodoro sopra. La mozzarella va aggiunta un po' avanti nella cottura altrimenti si brucia prima che sia pronta la base. Ma ecco la ricetta precisa:
Ingredienti
100 g di pane raffermo
q.b. di latte
1 carota
1 costa di sedano
1 spicchio di aglio
350g di trita di suino
100 g di salsiccia
1 uovo
40 g di parmigiano
1 scatola di pomodori pelati a pezzetti
1 mozzarella
olio dante
sale finissimo gemma di mare
pepe tec al
origano
Mettere il pane tagliato a pezzetti in ammollo nel latte.
In un mixer mettere la carota, il sedano, l'aglio, il parmigiano e infine la salsiccia sbudellate e poi la carne.
Infine mettere il pane ben strizzato e l'uovo sale e il pepe.
Ungere una teglia e mettere la carne schiacciandola un pò ma lasciandola lontana  dal bordo almeno un dito.
In una ciotola versate i pomodori a pezzetti e condite con olio, sale pepe e origano e infine versateli sulla carne.
Ricoprite tutta la carne e infornate il tutto per 40 minuti a 180°.
Prendere la mozzarella e farla a dadini, appena mancano gli ultimi 5 minuti metterla sulla carne e farla sciogliere.
BUONA!!!!
Un sorriso


mercoledì 2 gennaio 2013

BONES

La nostra nuova amica, quella che passa il tempo a scalare l'albero di natale, ora finalmente a un nome, dopo tanti tentativi e cambiamenti mia figlia l'ha battezzata Bones. E' bella, sta bene, mangia con voracità ma rimane magrina magrina, con quella caratteristica dei cuccioli che sembra sempre si debbano rompere appena li tocchi.
Questa bestiola è diventata quasi una persecuzione. Quando sono sul divano arriva subito o per giocare o per dormire, quindi il mio ricamare e lavorare ai ferri diventa davvero difficile: se gioca mi ruba il filo e cerca di mangiarselo, se vuole dormire mi rende impossibile lavorare piazzandosi sulle mie gambe ed ingombrando tutto lo spazio a disposizione, sono io che mi devo addattare alla sua presenza.
Qualche sera fa mia figlia ha scattato qualche foto


La macchina fotografica l'ha un po' disturbata, ma per poco tempo...
Un sorriso
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...