martedì 25 febbraio 2014

SAL DEI SENTIMENTI... FINITO!!!!!



Eccolo qua!!!
Il marito si è prestato a tenerlo perchè è davvero grande e non sarei riuscita a fotografarlo altrimenti!!!!
Questo è grande in altezza, il prossimo, a cui sto lavorando, è il Bosco di Parolin, grande in larghezza, appena finito ve lo mostro!!!!!
Un sorriso

venerdì 21 febbraio 2014

CROSTATA TIRAMISU'

Non so ancora com'è, è pronta in frigo, ma deve riposare 4 ore quindi la mangeremo per cena!
Non sono una grande pasticciera, la figlia ne mangia pochi e io quasi niente: fare torte solo per il marito... ogni tanto mi diletto ma non troppo spesso!
La mia inesperienza si nota nel bordo: volevo venisse un po' lavorato ma in alcuni punti l'ho fatto troppo sottile e si è colorato! Magari la prossima volta lo lascio semplice e liscio così non si rovina...
E' davvero semplice:
una base di frolla, la parte crostata;
una spalmata di nutella, la parte golosissima;
i pavesini imbeviti di caffè e la crema di mascarpone, per avere il tiramisù!
Come sarà?
INGREDIENTI:
base di pasta frolla (io l'ho preparata con una ricetta che ho usato altre volte)
pavesini (tanti quanti ne servono per riempire il fondo del dolce, circa due pacchettini)
nutella
una tazzina di caffè
250 gr. mascarpone
2 tuorli
100 gr. zucchero
150 gr. panna fresca
cacao amaro
QUINDI:
Preparare la base di una crostata normale e cuocerla in forno: io a 170° per circa 20 minuti con fagioli all'interno perchè non di gonfi.
Spalmare quando ancora tiepida con la nutella, cosa che facilita il lavoro e permettere di mettere uno strato anche sottile (secondo i gusti!).
Intingere i pavesini nel caffè e disporli sulla nutella (io ho fatto una raggiera ma non ha importanza, tanto tutto viene coperto!)
Infine preparare la crema: montare bene con la sbattitore i tuorli con lo zucchero (devono sbianchire un po' per essere più consistenti). Aggiungere il mascarpone continuando con lo sbattitore. A parte montare bene la panna e mescolarla poi al mascarpone con i soliti movimenti per evitare che si smonti la panna.
A questo punto non rimane che coprire i pavesini con questa crema strabuona (potevo non assaggiare almeno questa?) e cospargere di cacao amaro.
La ricetta dice di lasciare in frigo 3/4 ore: per il momento non c'è nessuno in casa quindi non ci sono rischi ma fra un po' comincia ad arrivare la famiglia e a cena anche il fratello con la fidanzata... non so se ne avrò per la colazione di domani!!!!
Un sorriso

P.s.: mi sono domandata se si scrive pasticciera o pasticcera ed ho trovato questa risposta che vi "incollo" testualmente:
La forma più corretta, anzi la sola forma corretta, è la prima, pasticciere (con la i) e per un motivo semplicissimo: la i fa parte integrante del suffisso –iere. Detto suffisso indica un mestiere, un'attività, una professione: banca/banchiere; porta/portiere; pasta o pasticcio/pasticciere. Può indicare anche un oggetto, un dispositivo per qualcosa: candela/candeliere; pane/paniere; incenso/incensiere e via dicendo. - Fausto Raso-

martedì 18 febbraio 2014

SAL DEI SENTIMENTI

E finalmente le scritte ci sono tutte






Alla fine mi sono accorta di non aver fatto la foto che avevo già iniziato la cornice, ma certo non l'ho disfatta per questo!
In verità sono già passata ad altro, ma le foto del lavoro finito ve le faccio vedere un'altra volta, altrimenti troppe foto mi bloccano tutto.
La connessione internet va sempre molto lenta, ma in questi giorni è davvero una schifezza, sono in attesa del tecnico, e intanto ci metto 3 giorni per fare un post... quando riesco...
Un sorriso

mercoledì 12 febbraio 2014

LA PASTA CON IL TONNO

Io decisamente non ho mai amato questa pasta, non so perchè ma l'ho sempre evitata.
Poi qualche giorno fa ho visto questo piatto, in cui il sugo non è sugo e la cosa mi ha stuzzicata quindi sono passata subito all'opera: dovevo mangiare e avevo in casa tutti gli ingredienti!
E' un piatto molto semplice, niente di che, ma un modo molto veloce per un piatto di pasta gustoso!
Gli ingredienti:
250 gr. pomodorini datterini
100 gr. olive nere
240 gr. tonno sott'olio
olio
pasta
Preparazione:
Non ho indicato la quantità di pasta perchè io ho preparato questo condimento per me e mio marito ma sarebbe bastato abbondantemente per 3 persone e poi la quantità di pasta è piuttosto soggettiva.
Devo ammettere che anche gli altri ingredienti li ho aggiunti un po' alla volta, ad occhio.
Ho cominciato con la scatoletta del tonno, che ho messo a pezzi nella padella con un filo di olio. Poi ho aggiunto una confezioni di pomodorini datterini tagliati in quarti, o a metà secondo le dimensioni. Infine ho aperto una scatoletta di olive nere senza nocciolo e le ho tagliate a rondelle. Le aggiunte un po' alla volta guardando quando mi sembravano abbastanza.
Insomma un piatto ad occhio!
Scaldato poco poco, senza "spappolare" i pomodorini o rompere troppo il tonno. Tutti gli ingredienti ben distinguibili per sentire il sapore di ognuno.
Ho cambiato idea sul tonno, o forse ho solo riscoperto il tonno!

Un sorriso

sabato 8 febbraio 2014

IL PORTA ROTOLI DI CARTA IGIENICA

Altro lavoretto veloce veloce che ho fatto un paio di settimane fa
Una striscia di pizzo e una un poco più stretta in tessuto, un paio di cuciture e il gioco è fatto.
In verità come sempre non è perfetto, il prossimo verrebbe sicuramente meglio, ma per ora non ho motivo di farne altri, quindi questo è quello che sono riuscita a fare


Ops! Ho dimenticato l'appendino in legno, un semplice bastoncino che si adatta bene all'uso, e un pezzetto di nastro di raso in grigio più scuro del pizzo, tutto materiale recuperato in casa.
Io sono abbastanza soddisfatta...
Un sorriso

giovedì 6 febbraio 2014

SAL DEI SENTIMENTI 6




Avevo interrotto con la scritta "Listen" e le cornici in tutte le scritte. Ho eliminato le cornici, che erano quelle che odiavo, e ho già aggiunto una nuova scritta.
Poi farò una cornice unica tutt'intorno, le crocette si aggiungono une alle altre senza grandi difficoltà, ora che la parte noiosa è stata eliminata, a presto un nuovo aggiornamento!!!!
Un sorriso

martedì 4 febbraio 2014

AVEVO VOGLIA DI...

Ma proprio tanta, mi sono svegliata con questo pensiero! Forse perchè avevo visto la ricetta in tv venerdì e mi era rimasto in pensiero...
GLI SPAGHETTI CON LE POLPETTE!!!!
La ricetta delle polpette? Io le preparo ad occhio ma più o meno così:
500 gr. di macinato, 250 gr. di salsiccia sgranata, 1 uovo, 2 cucchiai di pane grattugiato, un po' di latte (quel tanto che serve per fare con il pane una pappetta), prezzemolo tritato, sale e pepe. Tanta pazienza per mescolare bene gli ingredienti, molto molto bene, e tanta pazienza di più per fare le polpette
Polpettine piccole, una ogni boccone, le mie si sciolgono in bocca, una vera bontà. E con un piatto abbiamo un primo e un secondo:
a pranzo ho fatto gli spaghetti (vi ricordate Lilli e il Vagabondo?) e a cena le polpette con il sugo, e tanto tantissimo pane
Un sorriso
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...