domenica 28 settembre 2014

UN PREMIO DA UNA NUOVA AMICA

La Muscetta della torre d'Avorio mi ha premiata e io sono qui ad accettare con umiltà questo premio


Ci sono alcune domande a cui devo rispondere e quindi:
1. Perchè hai aperto il tuo blog?
E' storia ormai vecchia: un'amica ha regalato un blog in comune a me ed a un'amica. Poi è arrivato questo blog, all'inizio per prova, poi su consiglio di amiche...
2. Ci parli un po' di te e delle tue passioni?
Ohi ohi, che domanda difficile!!! Partiamo dal fatto che amo leggere e cucinare, mi piace tanto e vado fiera di quello che riesco a combinare in cucina, imparando ogni giorno qualcosa di nuovo. Poi ci sono gli hobby creativi, tutti e di più: uncinetto, maglia, ricamo a punto croce e con i nastri... poi il cucito creativo, il feltro, le perline... e poi vorrei provare le cannucce di carta, il chiacchierino con la navetta e con l'ago... Forse esagero?
3. Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo?
Anche questa è una domanda a risposta multipla, nel senso che per me il blog è un diario, tant'è che cambia argomento a seconda i momenti e gli stati d'animo, ma certamente fa sempre piacere leggere i commenti delle amiche. Ora, per quanto riguarda le critiche, le accetto sempre volentieri, non sono perfetta e spesso le correzioni di chi ne' sa di più sono utili, ma mi è anche capito di trovare commenti tipo "Che schifo!": ok, non l'ho cancellato, ma non l'ho neanche digerito, non è una critica, a me pare una cattiveria!!!
4. Di cosa parli nel tuo blog?
Il mio blog sono io, un casino! Le mie piante (le sto uccidendo tutte!), la mia bambina (lei no, non la sto uccidendo... per fortuna!!!), il mio hobby, i miei libri, la mia cucina.... ho messo tutto? Bho, probabilmente no, mi verrà in mente qualcos'altro!!!!
5. Hai creato un rapporto di amici con altre blogger? Vi siete mai conosciute personalmente?
Nell'ultimo anno, grazie ad un'amica "reale" Antonella, ho conosciuto un gruppo di amiche virtuali: in diversi post ho parlato degli incontri "A casa da Cristina", momenti davvero cari!!! E poi le amicizie virtuali, tante persone che vorrei conoscere anche di persona ma le distanze...
6. Come immagini il tuo blog fra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare e in che modo?
Fondamentalmente no, voglio resti quello che è. Certo le nuove amicizie sono sempre benvenute, ma i cambiamenti... no direi di no, di tutto un po' ma sempre io!!!!
7. La cosa che sai fare meglio?
Bho!!! Non lo so proprio
8. Quanto tempo dedichi al tuo blog?
Ogni volta che riesco, spesso al mattino presto, ma è sempre troppo poco!!!
9. Come nascono i tuoi post?
Dall'ispirazione del momento... da quello che sto facendo, dall'umore,da mille e una situazioni diverse...
10. Un saluto a chi ti legge?
Naturalmente Un sorriso, sempre e comunque...

Le dieci amiche a cui va il premio:
No, no, no... so che ormai molte non hanno materialmente il tempo di ricevere e postare premi, quindi a tutte e nessuna, a chi lo gradisce e a chi ne ha voglia!!!
Ancora Un sorriso

martedì 23 settembre 2014

I MIEI ANGOLI...

Già diverse volte mi è capitato di leggere nei blog dove ognuna sceglie o è obbligata ad occuparsi dei suoi hobby!!!
Così ho pensato di raccontarvi dei miei angoli, che sono poi solo due!
Nella camera da letto ho spostato tutto di lato il guardaroba e ho infilato di misura una scrivania fatta recuperando un pezzo di mobile della camera da letto di mia figlia (abbiamo fatto delle modifiche e sono avanzati dei pezzi, non è che le ho smontato la camera apposta!). È uscito un bel piano ad angolo piuttosto profondo che mi lascia lo spazio per lavorare anche se sopra ci sono tagliacuci e macchina da cucire. Certo devo spostare le due macchine per usarle, lo spazio non è tantissimo, ma visto che non ho una stanza dedicata mi pare che vada di gran lusso. 

Sotto c'è una cassettiera e le scatole con i tessuti, quelli belli, quelli americani che costano un botto!!! 
Poi c'è l'anta del mio mobile accanto, in cui appesi ci sono i miei vestiti e sul piano tante scatole diverse per tutti gli accessori, chiudo il mobile e tutto scompare,

e il Baule: me lo sono fatta fare dal marito diversi anni fa ed è bellissimo!!!
Dentro i pezzi di tessuti più grandi recuperati in ogni dove, pile e jeans da buttare (sei matta a buttare tessuti?) e qualunque altra cosa non abbia una locazione definita, infatti ormai trabocca!!!
Fa anche da asse da stiro mentre cucio...
L'altro angolo? Il divano, naturalmente! Ormai ha preso la mia forma: per il ricamo, la maglia e tutto il resto è perfetto. Bracciolo per appoggiare la cartellina con gli schemi e lampada a stelo dietro per illuminare bene il lavoro!
Come posso lamentarmi?
Sicuramente una stanza dedicata sarebbe perfetta, ma a me piace il bicchiere mezzo pieno, quindi questi miei angoli sono perfetti!!!
Un sorriso


mercoledì 17 settembre 2014

IL SAL DEI GUFI

Effettivamente questo blog ha un po' perso quello che era il suo argomento principale ma è un periodo, un lungo periodo, in cui i problemi hanno preso il sopravvento sulla mia capacità di distrarmi. Ma non mi sono arresa e qualcosa sto combinando. A parte due lavori piuttosto lunghi che sto portando avanti, mi sono iscritta a questo sal di Cristina , un albero pieno di gufi, di cui vi avevo parlato qui.
Tutto questo per mostrar i dove sono arrivata

Poi più o meno lo stesso gruppo ha iniziato in questi giorni un altro sal, io ho visto qualche foto e mi è piaciuto quindi ho iniziato anche quello. Ma ne parlerò un'altra volta!!!
Un sorriso

domenica 14 settembre 2014

mercoledì 10 settembre 2014

LE POLPETTE DI MELANZANE ALLO SPECK

Ancora melanzane, perchè ci piacciono davvero tanto!!!!
Però eravamo un po' stanchi di mangiarle grigliate, ma l'orto continua a produrne, quindi, dopo averne preparati diversi vasetti sottolio, ho tentato qualcosa di nuovo!!!
La foto che ho fatto è davvero indecente quindi...
solo melanzane, le polpette le fotograferò la prossima volta visto che ho preparato l'impasto e poi ne ho cotte solo la metà e messo il resto in freezer, per la prossima volta!

lunedì 8 settembre 2014

martedì 2 settembre 2014

POLLO ALLA MESSICANA

Con la scusa che la temperatura si è un po' abbassata (ma quando quest'anno si è mai alzata?), o forse per la voglia di cambiare (praticamente stiamo diventando vegetariani...) questa sera ho preparato il pollo.
Capisco che dall'immagine sembra semplice pollo al forno ma la marinatura prima della cottura lo rende davvero diverso!!!
Nel dubbio, con gli esperimenti non si sa mai, le patate sono semplicemente cotte arrosto in padella: se il pollo non ci fosse piaciuto potevamo almeno mangiare le patate!!!!
E invece quando lo abbiamo avuto nel piatto abbiamo scoperto che era solo poco, il marito ne avrebbe mangiato il doppio!!!

Ingredienti:

16 ali di pollo (io ho utilizzato cosce e sovracosce)
130 gr. ketchup
1 cipolla piccola
qualche goccia di Tabasco
olio di oliva
100 gr zucchero di canna
120 ml aceto di mele
sale fino

Preparazione

Come dicevo io ho utilizzato una confezione con tre cosce e tre sovracosce ma sono state un po' scarse, in compenso la marinatura è più che sufficiente, basta anche per più carne.
Ho tagliato la cipolla a cubetti e poi ho messo in una ciotola di vetro il ketchup, la cipolla, il Tabasco, lo zucchero e l'aceto, ho aggiunto un poco di sale, ma proprio poco. Ho messo la carne in immersione facendo attenzione che venisse ben insaporito, ho coperto con la pellicola e l'ho messa in frigorifero. 
4 /5 ore dopo (preparato subito dopo pranzo e cotto per cena!) ho semplicemente tolto la carne dalla ciotola  sgocciolandola bene e messa in una teglia di dimensioni adeguate con un filo di olio, ma proprio poco poco. Forno a 200° per 40 minuti, circa.
Poi ho fatto anche un'altra scoperta: la marinatura è buonissima, assomiglia alla salsa agrodolce cinese con una punta di piccante! Io assaggio tutto e adoro la cipolla cruda: i pizzetti di cipolla mi attirava troppo e quindi ho assaggiato. Così alla fine ho bollito un attimo la marinatura (c'era stata la carne di pollo cruda dentro!) e l'ho messa in una ciotola in tavola, l'abbiamo utilizzata per bagnare ancora la carne mentre  mangiavamo (Sharon ha provato anche con la patate e dice che sono buone!!!). 
Ora è in frigorifero in attesa di ulteriore utilizzo, mi piace troppo per buttarla!!!!
Io vi consiglio di provare questo pollo: non è una preparazione complicata ma il risultato è sfizioso!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...