mercoledì 27 agosto 2014

LA MAGLIA

(immagine presa dal web)
"Far la maglia fa bene alla salute, lo sapevano le nostre nonne ed ora lo hanno capito anche le nuove generazioni. Combatte depressione e dolore fisico. Lavorare a maglia è una perfetta terapia contro la depressione, concentrarsi sui movimenti ripetuti del lavorare ai ferri, vedere prender forma alla propria creazione, è uno stimolo a perseguire un obiettivo, e una distrazione dalle problematiche che ci affliggono. Riduce lo stress e gli stati ansiosi. Induce uno stato di relax totale, allentando la tensione muscolare, riducendo la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, paragonabile ai benefici della meditazione. Aiuta la concentrazione, grazie all’alto livello di attenzione che richiede, è il metodo ideale per incanalare le proprie energie verso un obiettivo finale. Far la maglia è un'attività sociale, che si crea attorno una comunità fatta di incontri, consigli, lunghi pomeriggi a sferruzzare insieme. In un gruppo di lavoro è più facile fare nuove conoscenze e ad interagire creando legami di collaborazione. E poi perchè no, anche il fatto di lavorare senza alzare lo sguardo, ti consente di fare confidenze con maggiore facilità, proprio come sul lettino dello psicanalista. Per ultimo ci mettiamo anche la felicità, lavorare con i ferri alimenta l’autostima, la soddisfazione personale, aiuta a rivalutare le proprie condizioni di vita e a vedere il mondo con occhi nuovi."

Devo decisamente lavorare di più a maglia...