giovedì 2 maggio 2013

IN CUCINA

Oggi cambiamo argomento (ormai sapete che sono una donna che prova...) è vi racconto di un esperimento culinario, interamente inventato ma non certo straordinario, solo non copiato.
Qualche giorno avevo in frigo avanzi di verdure, due zucchine piuttosto piccole e un paio di peperoni, uno giallo e uno rosso. Il problema però era che io avevo voglia di polpettone quindi che fare? Un polpettone con in mezzo le verdure. Ribadisco che non penso sia un'idea straordinaria e neanche una novità; sono anche convinta che la prossima volta non verrà uguale, molti ingredienti sono stati aggiunti ad occhio, come faccio spesso in cucina, ma questa volta è venuto davvero buonissimo, mi sono congratulata con me stessa (ma quanto sono modesta!!!!)
Dopo tutto questo vi rifilo anche la ricetta, tanto se vi interessa le provate altrimenti, pazienza, continuerò a goderne solo io.

IL MIO POLPETTONE CON LE VERDURE
450 gr. di macinato misto manzo e maiale
250 gr. di ripieno per tortellini (un altro avanzo dal frigorifero)
200 gr. di mortadella tritata
2 zucchine piccole = 1 normale circa
1/2 peperone giallo e 1/2 rosso circa
1 uovo
pangrattato e latte q.b.
Come dicevo ho aggiunto gli ingredienti intanto che li trovato nel frigorifero (tranne in macinato acquistato per l'occasione) e quindi ho messo nella planetaria il macinato e il ripieno. Poi è comparsa la mortadella (un avanzo) è l'ho tritata ed aggiunta. Le verdure, tritare grossolanamente perchè rimanessero dei pezzi un po' consistenti ed evidenti ed aggiunti controllando ad occhio la quantità nell'impasto.
Dopo di che sono passata alle finiture: l'uovo (mescolata!), pangrattato e latte (da sempre li aggiungo per rendere più morbido l'impasto). Alla fine era troppo morbido ed ho aggiunto ancora pangrattato, tanto per cambiare ad occhio. Quando il risultato mi è parso giunto avevo preparato un quintale di impasto ed ho fatto due polpettoni, uno attende paziente il suo turno nel freezer di casa.
Una buona panatura all'esterno e poi il problema: come lo cucino?
Come un normale arrosto: un battutino di carota, cipolla e sedano in olio a stufare e poi il polpettone a rosolare all'esterno. Un buon vino bianco fino a quasi metà dell'altezza del polpettone, il coperchio e via fino alla cottura. Quanto tempo? Circa un'oretta durante la quale l'ho girato diverse volte ed ho aggiunto un po' d'acqua quanto mi è sembrato troppo asciutto. Il fondo l'ho passato con il frullatore ad immersione e il piatto sopra è il risultato: buonissimo!!!
Vorrei farvi notare che non c'è sale ma mortadella e ripieno hanno insaporito a sufficienza il composto.
Come dicevo, io e il marito abbiamo molto gradito, la figlia non ama le zucchine e ha detto che si sentivano troppo ma a me è piaciuto davvero tanto
Ma quanto sono ripetitiva!!!!!
Un sorriso

1 commento:

  1. Io sono vegana, potrei fare la stessa ricetta con verdure e tofu, che ne dici? Ciao, katy

    RispondiElimina

....un sorriso a te che mi lasci scritte due righe.....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...