domenica 27 maggio 2012

DOMENICA MATTINA

Ormai è l'ora di pranzo, qualche minuto e preparo qualcosa da mangiare, anche se al momento la famiglia mi ha detto che non ha fame: mi sa che devo solleticare un po' il loro stomaco con qualcosa di molto "profumoso".
I due post precedenti erano programmati, scritti mercoledì, quindi questo we è un po' all'insegna del riposo, un tentativo di riprendere la normalità. Sì, perchè pare facile, anzi, a me era sembrato facile, invece ho continui sbalzi di umore e di sensazioni. Giovedì sono stata in casa tutto il giorno, in compagnia della macchina da cucire, e, complice l'impegno che mi richiede quest'attività per me un po' nuova, non ho pensato a niente. Fuori il sole, le finestre aperte, il cane tranquillo: insomma tutto a posto... fino a sera, perchè in questi giorni la notte non porta consiglio anzi tutt'altro, porta cattivi pensieri e paure viscerali. Venerdì idem, e la sera sono anche riuscita ad andare a dormire nel mio letto, in camera al piano di sopra: tv accesa a fare compagnia ma comunque una notte intera di sonno!
Ieri sono andata a casa di mia madre a Bologna per pranzo anche pensando che una giornata via da casa mi avrebbe bene (tra l'altro a Bologna le scosse si sono sentite pochissimo...) e poi serata a casa di amici, tutti in compagnia a ridere a scherzare. Ma, perchè ora c'è sempre un "ma", con il calar delle tenebre (poetico, no?) e tornata comunque l'ansia e questa volta addirittura ancora più macchinosa: ma se mentre non c'ero è successo qualcosa? Quando arrivo a casa cosa trovo?
Brutti scherzi fa la mente, non c'è logica che tenga... Considerando che ho dei vicini di casa e che proprio accanto abita Antonella (Quattromanicreative), non credi che ti avrebbe avvertita se fosse successo qualcosa, cretina? Morale: sono arrivata a casa ed ho aperto la porta con cautela, controllando che tutto fosse al suo posto perchè non c'è ragionamento logico che tenga. Fatto il giro della casa sono andata a dormire, con molta cautela. Questa mattina alle 5 mi sono svegliata terrorizzata come quando si fa un brutto sogno, ma anche il mio cane era in preda al terrore, in piedi sul mio letto con il fiatone: cosa diavolo è successo? Il cane è saltato sul letto e mi ha spaventata? ok, ci sta, ma perchè lui aveva paura?
Insomma pare tutto normale e basta uno starnuto per essere di nuovo sconvolta. Ormai sono alcuni giorni che non sento più scosse ma so che ci sono ancora e sono tante e quindi, sotto sotto, sto qui seduta ed aspetto: aspetto il momento in cui mi diranno che è tutto finito, che finalmente è tornata la pace, che possiamo cercare di dimenticare veramente...
anche se ci saranno sempre queste cose a ricordarci quello che è successo (immagine presa dal web)