martedì 22 maggio 2012

E CONTINUA....

sì perchè anche ora, all'1 di notte, ci sono delle piccole scosse.
Ne ho sentite due, una alle 12,48 e una 12,58. Probabilmente se dormissi non sentirei niente, è solo una leggera vibrazione del divano, ma ho troppa paura per dormire. Ho dormito questa sera, mentre gli altri casa erano svegli e quindi si sarebbero accorti loro di cosa succedeva. Il problema è che non mi si chiudono proprio gli occhi, ho sonno ma non riesco a rilassarmi, le ginocchia mi tremano tanto che non riesco a distinguere tra scosse  e paura. Quando sento vibrare guardo in alto verso il soffitto, dove le cordelline delle pale a soffitto dondolano se non sono solo le mie ginocchia.
Un semplice sfogo, un modo per passare qualche minuto aspettando l'alba e la luce del giorno che certamente aiuta. Il motore del frigorifero parte all'improvviso e i soliti rumori di casa ora sono panico.
Cosa può aiutare? Io vorrei un miracolo: poter cancellare tutto dalla mente. Invece sono qui, seduta ad aspettare e controllare. La tv accesa per coprire i rumori ...ma non troppo... voglio sentire cosa succede. I nervi a fior di pelle, i rumori amplificati, tutto sembra minaccioso.
Spesso la mente va a L'Aquila: ora so che non sapevo niente! Persino ora credo che chi era nell'epicentro deve sicuramente stare peggio ma già così per me è anche troppo.
Leggo su internet: spero che qualcuno mi dica che "ora basta!", è finito, e invece nessuno ce lo può dire perchè non si può sapere. Quando finirà tutto questo? Quando riuscirò a riprendere a dormire? Quando la mia vita tornerà alla normalità?
Ribadisco che non ci sono problemi pratici, la casa è in ordine e la vita continua ma il tumulto che ho dentro è tutt'altra cosa, è un inferno. E' la mente che torna a quei a momenti da incubo, senza luce, con tutto intorno che si muove. In quegli attimi il mio cervello si è chiuso e ho paura che torni a succedere. Tanto è sempre di notte che succedono le cose peggiori per cui questo è il momento peggiore. Ora chiudo, torno a leggere gli altri che scrivono, magari qualche idea su come passare il tempo ...
e ancora il divano vibra...

8 commenti:

  1. mi dispiace tanto...spero che la situazione si normalizzi quanto prima....
    un grande abbraccio
    Clelia

    RispondiElimina
  2. mi viene l'angoscia a me a leggerti e penso che tu stia 3000 volte peggio. Noi a Lucca l'abbiamo sentita quella di domenica alle 4 ma era un leggero dondolio. Non so che dire, una volta nella vita che non so cosa poterti dire anche perchè io non l'ho provato. Vedrai che prima o poi tornerà la normalità sia sulla vostra terra che nel tuo cuore!!!! Ti sono vicina. Elena

    RispondiElimina
  3. Fatti forza Anna!!! tutto passerà!!!! forza!!!

    RispondiElimina
  4. Eccomi Anna...

    siamo in "sintonia"!

    Un abbraccio...NI

    RispondiElimina
  5. Cara Anna, devi pensare che adesso le scosse sono minori e che pian piano se ne andranno. Anche io le sento , mi si muove la sedia sotto al sedere secondo me, poi guardo il lampadario ed è fermo.
    é tutta colpa del cervello.
    Spero che riuscirai presto a dormire, ti sono vicina.
    sabrina

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace moltissimo per quello che state vivendo, ho spesso sentito il terremoto e di sicuro non è piacevole soprattutto quando già ci sono stati dei danni. Sono anche molto preoccupata per mia figlia che vive a Padova, anche se la città è fuori dall'epicentro le scosse si avvertono e mia figlia, che oltrettutto vive sola, è letteralmente terrorizzata.
    Ti abbraccio
    Milena

    RispondiElimina
  7. spero che passi in fretta tutto questo assestamento e si possa riprendere la vita di prima, o quasi...
    un grande abbraccio
    MGrazia

    RispondiElimina

....un sorriso a te che mi lasci scritte due righe.....